Nessun controllo automatico su soggetti con voto ISA basso

26 settembre 2019

Il ministero dell’Economia,  con risposta letta in commissione Finanze, ha affermato che un voto basso riportato nelle pagelle fiscali non comporta in automatico l’attivazione di un controllo.

Vi sono inoltre promesse di dialogo per perfezionare il processo di controllo.

E’ una conferma di quanto presente nella circolare 20/E/2019 dell’Agenzia, ossia che  l’attribuzione di un determinato punteggio «non comporta , di per sé (ossia sulla base degli elementi di rischio “insiti” nella valutazione di affidabilità fiscale operata dall’Isa), l’attivazione di attività di controllo».

Sul migliore utilizzo degli ISA per attività di analisi di rischio ed altro attendiamo sviluppi.

Per ora la precisazione è importante perchè dalle elaborazioni effettuate possiamo affermare che lo strumento in molti casi fornisce risultati coerenti con la “redditività” dichiarata, ma in alcuni casi -  pochi – fornisce un risultato massimo ( 10 ) inspiegabile e in diversi casi – non pochi – penalizza soggetti ( con risultato pari a 1) la cui situazione è immodificabile, con un effetto paragonabile alla “minimum tax”

Il MEF ricorda inoltre che i contribuenti che dovessero ottenere punteggi inferiori a 6 possono, per migliorare il proprio profilo di affidabilità, verificare la correttezza dei dati dichiarati e procedere alle eventuali correzioni ovvero indicare ulteriori componenti positive».

In ogni caso si consiglia di «fornire elementi esplicativi compilando le apposite “note aggiuntive” presenti nel software di compilazione».

 

 

Studio Aiassa - Dottori Commercialisti

 

Francesca,  Alessandro,  Gian Carlo  Aiassa 

 

Archivio news

 

News dello studio

giu23

23/06/2020

CIRCOLAZIONE DEL CONTANTE – RIDUZIONE LIMITI.

CIRCOLAZIONE DEL CONTANTE – RIDUZIONE LIMITI.

         Il rapporto con l’uso del contante in ITALIA è sempre oggetto di pareri politici discordanti: - per parte del mondo politico l’uso del contante non

mag4

04/05/2020

PROCEDURE ANTI COVID-19 e accesso allo studio

PROCEDURE ANTI COVID-19 e accesso allo studio

         Dopo le ultime indicazioni ricevute dall’Ordine dei Dottori Commercialisti, dal Ministero della Salute e dal Governo, abbiamo delineato le seguenti

apr14

14/04/2020

RICHIESTA FINANZIAMENTO sino a €. 25.000

RICHIESTA FINANZIAMENTO sino a €. 25.000

Si avvisano i clienti che la Commissione UE, con due distinte decisioni, ha approvato le misure previste dal decreto Liquidità (D.L. n. 23/2020) a sostegno di imprese e professionisti

News

giu25

25/06/2020

IFRS 17: rinviata la data di entrata in vigore al 2023

L'International Accounting Standards Board

lug7

07/07/2020

Internazionalizzazione imprese: i commercialisti con l'Italia per Expo Dubai

Il Commissariato Generale di sezione dell’Italia